Accadde Oggi James Cook parte per primo viaggio 25 agosto 1768


Accadde Oggi:  James Cook parte per primo viaggio il 25 agosto 1768.

l 16 febbraio 1768 la Royal Society chiese a re Giorgio III di finanziare una spedizione scientifica verso l’Oceano Pacifico per studiare e osservare il transito di Venere davanti al Sole (previsto per l’anno successivo) e consentire la misurazione della distanza dalla Terra al Sole. La Corona approvò la spedizione e l’Ammiragliato decise di combinare il viaggio scientifico con una missione riservata avente lo scopo di effettuare ricerche nel Pacifico meridionale, a caccia dei segni dell’ipotetico continente Terra Australis incognita. Gli obiettivi della spedizione furono prontamente rivelati dalla stampa britannica: «Il signor Banks, il Dr. Solano e Mr. Green, l’Astronomo, si troveranno a Deal, per imbarcarsi a bordo della Endeavour, comandata dal capitano Cook, per i mari del Sud, sotto la direzione della Royal Society, per osservare il transito di Venere della prossima estate, e per fare esplorazioni a Sud e a Ovest di Capo Horn». Il London Gazetteer fu più esplicito quando riferì il 18 agosto 1768: «I signori, in procinto di navigare tra pochi giorni per George’s Land, la nuova isola scoperta nell’oceano Pacifico, con l’intento di osservare il transito di Venere, sono allo stesso modo, come siamo credibilmente informati, volti a tentare alcune nuove scoperte in quel vasto tratto sconosciuto, sopra la latitudine 40».

La Royal Society suggerì che il comando venisse affidato al geografo scozzese Alexander Dalrymple, la cui nomina era subordinata all’ottenimento di un brevetto come capitano nella Royal Navy; tuttavia il primo lord dell’Ammiragliato Edward Hawke si oppose, arrivando a dire che avrebbe preferito tagliarsi la mano destra piuttosto che dare il comando di una nave della Marina a qualcuno non educato come marinaio. Tale reazione era dovuta a un precedente episodio di insubordinazione avvenuto a bordo della corvetta HMS Paramour nel 1698, quando gli ufficiali della Marina si rifiutarono di prendere ordini dal comandante civile dottor Edmond Halley. L’impasse fu superata quando l’Ammiragliato propose James Cook, un ufficiale di marina con notevoli conoscenze in matematica e cartografia,  gradito a entrambe le parti, Cook fu promosso a tenente di vascello e nominato comandante della spedizione.

Il primo viaggio di James Cook fu una spedizione combinata tra la Royal Navy e la Royal Society che si svolse tra il 1768 e il 1771 a sud dell’Oceano Pacifico a bordo della HMS Endeavour. Il viaggio fu commissionato da re Giorgio III e comandato dal tenente di vascello (lieutenantJames Cook, un giovane ufficiale di marina con competenze in cartografia e matematica: fu il primo di tre viaggi nel Pacifico di cui Cook fu il comandante. Gli obiettivi di questa prima spedizione erano di osservare il transito di Venere del 1769 davanti al Sole (3-4 giugno dello stesso anno) e di cercare le prove dell’esistenza della Terra Australis Incognita o Terra australe sconosciuta, un continente ipotetico sito nell’emisfero australe talvolta indicato come Magellanica.

Partita da Plymouth nell’agosto 1768, la spedizione attraversò l’Atlantico, doppiò Capo Horn e raggiunse Tahiti in tempo per osservare il transito di Venere. Quindi Cook salpò dirigendosi a sud, verso quelle zone di mare allora in gran parte inesplorate, fermandosi presso le isole del Pacifico di Huahine, Raiatea e Bora Bora, con l’intento anche di rivendicarle per la Gran Bretagna come era allora d’uso tra le potenze coloniali europee in concorrenza tra loro; fallì però il tentativo di approdare a Rurutu (allora nota come Oheteroa) dopo averla avvistata. Nel settembre 1769 la spedizione di Cook raggiunse la Nuova Zelanda divenendo la seconda a visitare l’isola dopo la precedente scoperta da parte di Abel Tasman avvenuta 127 anni prima; Cook e il suo equipaggio trascorsero i successivi sei mesi a tracciare il profilo della costa neozelandese, prima di riprendere il loro viaggio verso ovest. Nell’aprile 1770 divennero i primi europei a raggiungere la costa orientale dell’Australia, approdando sulla riva di quella che oggi è conosciuta come Botany Bay.

La spedizione proseguì dunque verso nord lungo la costa australiana, evitando per poco un disastroso naufragio sulla Grande barriera corallina. Nell’ottobre 1770 l’Endeavour, gravemente danneggiata, entrò nel porto di Batavia, nelle Indie orientali olandesi, dove Cook impose al suo equipaggio di mantenere il segreto circa le terre che avevano scoperto. La nave salpò il 26 dicembre, doppiò il Capo di Buona Speranza il 13 marzo 1771 e raggiunse il porto britannico di Deal il 12 luglio, completando un viaggio durato quasi tre anni..

Fonte Wikipedia

355total visits,2visits today

Precedente Trump. Kim ci rispetta e lui aumenta i missili Successivo Auguri a Gene Simmons : Kiss - I Love It Loud