Carlo d’Inghilterra da re addio a Buckingham Palace 

Carlo d’Inghilterra da re addio a Buckingham Palace 

Addio alla storica residenza reale di Buckingham Palace per la più sobria Clarence House. Questa (Secondo quanto riportato dalla stampa britannica) la storica decisione dell’eterno erede al trono, il Principe Carlo d’Inghilterra una volta salito al trono.

Buckingham Palace (77 mila metri quadri con 775 stanze) risale al 1703. Nel 1762 la residenza di Buckingham House fu venduta da un discendente del Duca di Buckingham a Re Giorgio III che la destinò a residenza privata della famiglia reale. Il primo reale a risiedere ufficialmente nella residenza di Buckingham Palace fu la Regina Vittoria e l’ultimo (forse) Re Carlo (III).

Una decisione che potrebbe cambiare il volto della monarchia britannica.

La residenza di Buckingham Palace (In stile neoclassico) è di proprietà dello Stato, però tutte le spese di gestione, compreso il mantenimento della struttura, sono a carico della famiglia reale britannica (Tutte le proprietà della Corona sono gestite dallo Stato che a sua volta versa il 15% di introiti alla famiglia reale britannica) e i costi alla voce manutenzione sono elevati.

Nell’eventualità di un trasferimento della corte britannica a Clarence House, l’ex residenza reale sarebbe riutilizzata come museo e per ospitare degli uffici.

L’addio a Buckingham Palace è ancora lontano, come del resto la salita al trono del Principe del Galles, Carlo d’Inghilterra.

Precedente Maroon 5 - What Lovers Do ft. SZA, con testo e video Successivo Indonesia Sciamano ucciso dai coccodrilli. Nessun super potere