Hillary Clinton Donald Trump indegni ospiti gala beneficenza

Come consuetudine la tradizione recita che i protagonisti rivali alla presidenza della Casa Bianca si incontrino per un faccia a faccia al galà di beneficenza indetto dall’Alfred Smith Foubdation, la serata serve ad una raccolta di fondi destinati all’organizzazione cattolica, al  Waldorf Astoria di New York, ma Hillary Clinton e Donald Trump sono stati ospiti indegni di questo galà di beneficenza con le loro botte e risposte non certamente degne di un futuro Presidente dell’America, hanno dimostrato ancora una volta che non è per loro una partita convenzionale e pulita tra due contendenti ad un trono prestigioso come la White House, ma una serie di indegnità da ambo le parti che non fa onore a nessuno dei due e offrendo uno squallido spettacolo, portando anche poco rispetto verso gli ospiti che hanno sborsato fino a 300 dollari per un posto a tavola.

SQUALLIDO INCONTRO CLINTON TRUMP AL GALA DI BENEFICENZA DI NEW YORK
DONALD TRUMP HILLARY CLINTO AL GALA DI BENEFICENZA

Donald Trump prendendo la parola per primo ha sottolineato, ironizzando, la  sua ‘modestia’, e sul discorso alla convention di Cleveland della moglie Melania, “scopiazzato” da quello fatto a Denver nel 2008 dall’allora aspirante first lady Michelle Obama. “Michelle Obama fa un discorso e tutti lo adorano”, dichiarando subito dopo:  ‘Mia moglie Melania, fa lo stesso identico discorso e la gente insorge. Io proprio non capisco…’, rincarando la dose ha chiesto alla Clinton se aveva ricevuto l’invito tramite email visto che ‘le cancellava tutte’ ovviamente facendo riferimento  allo scandalo server di posta privato utilizzato dalla Clinton quando era Segretario di Stato, ha poi proseguito nelle sue perfomance osservando : ‘Questa è la prima volta che Hillary parla davanti ad importanti donatori corporate senza venire pagata’, detto prima di accusare i media di essere di parte: ‘Questo evento non consente solo ai candidati di stare insieme ma è anche un’ occasione per incontrare le rispettive squadre ‘, indicando nel team democratico anche i direttori di testate come il Washington Post, la Nbc, il New York Times, presenti in sala; senza contare che ha definito la sua rivale ‘Hillary è una corrotta’, per questo ha avuto una contestazione dal pubblico in sala.

Hillary Clinton, da parte sua, non è stata da meno nell’inviare risposte avvelenate al rivale Trump, definendolo ‘sano come un cavallo… quello che cavalca Vladimir Putin’, e ha proseguito su questa strada, insistendo sui legami tra Trump e Mosca affermando che lo stesso non riusciva a seguire il gobbo televisivo in quanto ‘più difficile quando si deve tradurre dal russo’; per quanto riguarda l’accusa di essere ‘dopata’ ha avuto una ammissione, rispondendo di aver preso: ‘ una sorta di sostanza per migliorare la sua performance. Si chiama preparazione’, per le frecciate sugli abusi rivolti da donne a Trump, si è chiesta che voto darebbe il suo rivale alla Statua della Libertà: “quattro” o “forse cinque” se lascia la torcia e il libro e si sistema i capelli’.

Un confronto tra i due candidati alle presidenziali Usa 2016, seduti allo stesso tavolo ma separati dall’ospite della serata, il cardinale Timothy Dolan, piuttosto duro e fuori luogo da due candidati che dovrebbero rappresentare le due facce del popolo americano, i repubblicani e i democratici, inoltre lo stesso contesto doveva essere da calmiere per gli animi esacerbati dei due contendenti considerato che era un galà di beneficenza e quindi si doveva riporre l’ascia di guerra ed avere un incontro civile ed educato, ma probabilmente la politica attualmente mette il peggio in evidenza di ognuno, su questo il popolo americano dovrebbe riflettere e meditare prima di votare l’uno o l’altro.

Fonte: Rainews

89total visits,1visits today

Precedente Italia sciopero nazionale finalmente dice basta politiche sbagliate Governo Successivo Regno Unito approvata la Legge Turing