Roger Waters – The Last Refugee, testo, traduzione e video

Roger Waters, ha pubblicato il singolo The Last Refugee. Leggi il testo, la traduzione  e guarda il video ufficiale.

Roger Waters è tornato con lo straordinario album Is This The Life We Really Want. The Last Refugee è il primo video estratto.

Ho sempre pensato che Waters sia un genio, meritevole forse più di Bob Dylan del premio Nobel, per le battaglie che ancora sostiene.

I Pink Floyd non esistono più, ma Roger ha pubblicato un lavoro che sarebbe degno del nome della band.

Ho scelto The Last Refugee, perchè è accompagnata dal video ufficiale, che ha già superato le 600 mila visualizzazioni.



Booking.com

(function(d, sc, u) {
var s = d.createElement(sc), p = d.getElementsByTagName(sc)[0];
s.type = ‘text/javascript’;
s.async = true;

s.src = u + ‘?v=’ + (+new Date());
p.parentNode.insertBefore(s,p);
})(document, ‘script’, ‘//aff.bstatic.com/static/affiliate_base/js/flexiproduct.js’);

Testo: Roger Waters – The Last Refugee

Lie with me now
Under lemon tree skies
Show me the shy, slow smile you keep hidden by warm brown eyes

Catch the sweet hover of lips just barely apart
And wonder at loves sweet ache
And the wild beat of my heart

Oh, rhapsody tearing me apart

And I dreamed I was saying goodbye to my child
She was taking a last look at the sea
Wading through dreams, up to our knees in warm ocean swells
While bathing belles, soft beneath
Hard bitten shells punch their iPhones
Erasing the numbers of radon done lovers

And search the horizon
And you’ll find my child
Down by the shore
Digging around for a chain or a bone
Searching the sand for a relic washed up by the sea

The last refugee

Traduzione: Roger Waters – L’ ultimo rifugiato

Lasciami adesso
Sotto i cieli dell’albero di limone
Mostrami il sorriso timido e lento nascosto dai caldi occhi marroni

Catturare la dolce oscillazione delle labbra appena a parte
E meraviglia ad ama dolore dolce
E il battito selvaggio del mio cuore

Oh, la rapsodia che mi strappa

E ho sognato di dire addio a mio figlio
Stava guardando un ultimo sguardo al mare
Passeggiando attraverso i sogni, fino alle nostre ginocchia nell onde calde dell’oceano
Mentre la balneazione è bellissima, morbida sotto
Le conchiglie dure montate pungono i loro iPhones
Cancella i numeri degli amanti del radon fatto

E cerca l’orizzonte
E troverai mio figlio
Giù per la riva
Scavando per una catena o un osso
Cercando la sabbia per una reliquia lavata dal mare

L’ultimo rifugiato

Video Youtube: Roger Waters – The Last Refugee

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli:

28 anni fa moriva Demetrio Stratos: AreA – Cometa Rossa

Addio ad Anita Pallemberg, femme fatale dei Rolling Stones

 

1064total visits,20visits today

Precedente Addio ad Anita Pallemberg, femme fatale dei Rolling Stones Successivo Sri Lanka ex Ceylon armonia ritrovata quando andare cosa vedere