Accadde Oggi Nuova Britannia isola scoperta da William Dampier il 27 gennaio 1700

Accadde Oggi Nuova Britannia isola scoperta da William Dampier il 27 gennaio 1700. La Nuova Britannia è l’isola più grande dell’arcipelago di Biamarck, appartenente alla Papua Nuova Guinea. Si trova tra il mar di Bismarck e il mar delle Salomone ed è separata dall’isola di Nuova Guinea dallo stretto di Dampier. Le principali città sono Rabaul, Kokopo e Kimbe.

La popolazione indigena della Nuova Britannia è divisa in due gruppi principali: i Papuani, che hanno abitato l’isola per decine di migliaia di anni, e gli Austronesiani, che sono arrivati circa duemila anni fa. Sono parlate circa dieci lingue papuane e almeno quaranta lingue austronesiane, oltre al tok pisin e all’inglese.

leggi anche >>>>> Spaghetti profumati alle erbe e ricotta

La Nuova Britannia fu avvistata nel 1616 dal navigatore olandese Kacob Le Maire, che credeva facesse parte del insieme che comprendeva la Nuova Guinea e la Nuova Zelanda. La sua teoria fu smentita (1699-1700) da William Dampier fu il primo europeo a capire che era un’isola, il 27 febbraio 1700, assegnandole il nome latino di Nova Britannia.

William Dampier (East Coker, 5 settembre 1651 – marzo 1715) è stato un pirata, esploratore e osservatore scientifico inglese. Dampier fu il primo navigatore a circumnavigare il globo tre volte, il primo inglese a guidare una spedizione in Australia. Le sue opere hanno influenzato scrittori, esploratori e naturalisti.

leggi anche >>>>> Buddha bowls cosa sono? 

Nel novembre 1884  la Germania proclamò il suo protettorato sull’arcipelago e l’amministrazione coloniale tedesca assegnò alla Nuova Britannia e alla Nuova Irlanda i nomi di Neupommern (o Neu-Pommern; “Nuova Pomerania”) e Neumecklenburg (o Neu-Mecklenburg; “Nuovo Meclemburgo”); e tutto l’arcipelago fu rinominato arcipelago di Bismarck. La Nuova Britannia entrò a far parte della Nuova Guinea tedesca. 

Nel 1909 la popolazione indigena era stimata in circa 190.000 abitanti; la popolazione straniera a 773 (474 tedeschi). La popolazione straniera si era in pratica stabilita a nord della penisola Gazelle, che comprendeva la capitale Herbertshone (ora Kokopo). All’epoca 5.448 ettari vennero convertiti a piantagioni, in primo luogo di copra, cotone, caffè e gomma. Gli occidentali inizialmente evitarono l’esplorazione dell’interno, credendo che le popolazioni indigene fossero particolarmente bellicose. Dal 1910 la capitale fu trasferita a Simpsonhafen (ora Rabaul).

leggi anche >>>>> Sati la pratica disumana del sacrificio delle vedove hindi arse vive

L’11 settembre 1914 la Nuova Britannia fu teatro di una delle prime battaglie della prima guerra mondiale, quando una spedizione navale e militare australiana sbarcò sull’isola. Essa rapidamente sopraffece le forze coloniali tedesche (Schutztruppe) e la colonia divenne parte del territorio britannico della Nuova Guinea dopo il Trattato di Versailles del 1919.

Fonte: it.wikipedia.org

Foto di turismo.it