Crea sito

Dpcm 18 ottobre 2020: Le nuove norme

Dpcm 18 ottobre 2020: Le nuove norme

Dpcm 18 ottobre 2020: Le nuove norme. Nella serata di ieri (18 ottobre) il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte si è presentato in conferenza stampa per illustrare il nuovo Dpcm con le norme anti-Covid19 che resteranno valide (forse) fino al 13 novembre prossimo. Andiamo a vedere nel dettaglio.

Leggi anche >>> Secondo piatto Salmone e cous cous

I Sindaci e le chiusure mirate

I Sindaci potranno a discrezione decidere di chiudere al pubblico, dopo le 21 di sera, determinate vie a piazze ritenute a ‘rischio assembramento’ con l’accesso autorizzato alle abitazioni private e agli esercizi commerciali.

Sport e attività all’aperto

Nessun divieto per la pratica dello sport e dell’attività motoria all’aperto ovviamente resta il rispetto della distanza di sicurezza. Stop invece per tutti gli sport di contatto amatoriali e per le gare dilettantistiche a livello provinciale. Inoltre, per chi pratica basket, calcio o pallavolo presso società sportiva potrà continuare ad allenarsi in ‘solitaria’ e fare training con i compagni di squadra, evitando accuratamente ogni contatto. Divieto per le classiche partitelle di allenamento, mentre via libera alle gare sportive (regionali e nazionali) per i professionisti e per i dilettanti.

Leggi anche >>> Miley Cyrus – Midnight Sky, testo e video ufficiale

Palestre e piscine in sospeso

Lo scontro maggiore si è consumato sulla questione se tenere aperte o no le palestre e le piscine. Le Regioni, il Ministro dello Sport e il Presidente del Consiglio erano dell’idea di tenerle aperte di contro alcuni ministri, tra cui quello della Salute nettamente favorevoli alla chiusura immediata delle strutture.Si è arrivati a una sorta di ultimatum. Una settimana di tempo per adeguarsi ai protocolli di sicurezza, altrimenti si chiude. “L’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, in altre parole presso altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI), fatti salvi gli ulteriori indirizzi operativi emanati dalle Regioni e dalle Province autonome”.

Scuola e Università

Partiamo dalle scuole Superiori dove, oltre alla diversificazione degli orari di entrata uscita degli stessi studenti, le lezioni si potranno svolgere sia in presenza e sia online. Anche il rinnovo degli organi collegiali degli istituti si dovranno svolgere online. Il capitolo Università prevede, in base all’andamento della pandemia, lezioni in presenza e a distanza.

Bar e ristoranti

Queste attività (bar, pub, pizzerie, ristoranti, gelaterie e pasticcerie) potranno restare aperte dalle 5 alle 24 con consumo ai tavoli (massimo 6 clienti per tavolo) e in assenza di consumo ai tavoli, l’orario di chiusura è fissata per le 18. Obbligatorio l’esposizione all’ingresso del locale del cartello con il numero massimo di clienti ammessi contemporaneamente nel locale.

Le altre norme presenti all’interno del Dpcm prevedono poche novità. I cinema, teatri, i parrucchieri e centri estetici resteranno aperti. Mentre le sale gioco, sale scommesse e le sale Bingo dovranno attenersi al seguente orario: Dalle 8 alle 21. Sospensione delle prove pratiche di guida e delle sagre e delle fiere di comunità.

Leggi anche >>> Michael Gunning: “Giamaicano, nero e gay: nuoto contro i pregiudizi”