Crea sito

Fabrizio De Andrè avrebbe 80 anni : La canzone di Marinella, testo e video

Il 18 febbraio 1940, nasceva il grande Fabrizio De Andrè. Per ricordarlo nel giorno del suo compleanno, ho pensato di postarvi “La canzone di Marinella”, con testo e video.

Auguri Faber.

Fabrizio De Andrè è stato per me uno degli artisti più importanti della scuola geneovese.

Fabrizio Cristiano De André (Genova, 18 febbraio 1940 – Milano, 11 gennaio 1999), è stato uno dei più importanti cantautori italiani.

Molti testi delle sue canzoni raccontano storie di emarginati, ribelli, prostitute, e sono considerate da alcuni critici come vere e proprie poesie, tanto da essere inserite in varie antologie scolastiche di letteratura già dai primi anni settanta e da ricevere gli elogi anche di grandi nomi della poesia come Mario Luzi. (Fonte Wikipedia)

La canzone di Marinella è un brano musicale scritto e composto nel 1962 da Fabrizio De André, ma pubblicato nel 1964.

La Canzone di Marinella, come spiegò Faber, era nata da una triste storia di Cronaca Nera, che riguardava “una ragazza che a 16 anni si era trovata a fare la prostituta ed era stata scaraventata nel Tanaro o nella Bormida da un delinquente…..La storia di quella ragazza mi aveva talmente emozionato che ho cercato di reinventarle una vita e di addolcirle la morte.” (Fonte Wikipedia)

Testo : Fabrizio De Andrè – La canzone di Marinella

Questa di Marinella è la storia vera
Che scivolò nel fiume a primavera
Ma il vento che la vide così bella
Dal fiume la portò sopra una stella
Sola senza il ricordo di un dolore
Vivevi senza il sogno di un amore
Ma un re senza corona e senza scorta
Bussò tre volte un giorno alla tua porta
Bianco come la luna il suo cappello
Come l’amore rosso il suo mantello
Tu lo seguisti senza una ragione
Come un ragazzo segue un aquilone
E c’era il sole e avevi gli occhi belli
Lui ti baciò le labbra ed i capelli
C’era la luna e avevi gli occhi stanchi
Lui pose le sue mani suoi tuoi fianchi
Furono baci e furono sorrisi
Poi furono soltanto i fiordalisi
Che videro con gli occhi delle stelle
Fremere al vento e ai baci la tua pelle
Dicono poi che mentre ritornavi
Nel fiume chissà come scivolavi
E lui che non ti volle creder morta
Bussò cent’anni ancora alla tua porta
Questa è la tua canzone Marinella
Che sei volata in cielo su una stella
E come tutte le più belle cose
Vivesti solo un giorno, come le rose
E come tutte le più belle cose
Vivesti solo un giorno, come le rose

Video Youtube : Fabrizio De Andrè – La canzone di Marinella live

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli:

Raphael Gualazzi – Carioca, con testo e video ufficiale

Una canzone per San Valentino : Endless love – Diana Ross e Lionel Richie, testo e video

Avatar

Pubblicato da Jagming

Installatore elettromeccanico, musicista, blogger, amante della natura, degli animali ed appassionato di fitoterapia