Ricordando George Harrison : Is Not For You, con testo e video

18 anni fa moriva il grande George Harrison. Per ricordarlo, vi posto una breve biografia ed il brano “Is Not For You”, con testo e video.

Ricordando George.

George Harrison moriva il 29 novembre 2001 a seguito di un tumore al cervello.

George era un cantante, chitarrista, polistrumentista, compositore, attore, produttore cinematografico e discografico britannico, membro fondamentale dei Beatles.

George Harrison era nato a Liverpool il 25 febbraio 1943 e fu la madre a regalargli la prima chitarra, quella Gretsch Duo Jet che lo ha sempre accompagnato nella sua carriera.

Quando sul finire degli anni ’50, Paul McCartneypresentò George a John Lennon, quest’ultimo capì che sarebbe stato fondamentale per la crescita sonora del gruppo.

George negli anni dei Fab4 non compose molte canzoni, ma quelle che portarono il suo nome sono tutte magnificamente stupende, come “Don’t Bother Me” (fu la prima), “Taxman”, “I Need You”, “If I Needed Someone”, “I Want to Tell You “, “Something”, “While My Guitar Gently Weeps”, “Here Comes the Sun”, ” Long, Long, Long” e “Savoy Truffle”.

Quando si convertì all’induismo, Harrison portò le sonorità dell’ India nei Beatles, suonando il Sitar grazie agli insegnamenti di Ravi Shankar, proiettando di fatto la band nell’ era psichedelica.

Quando i Beatles si sciolsero, George Harrison realizzò il monumentale album “All Thing Must Pass” del 1970, registrato assieme agli amici Eric Clapton e Dave Mason, a cui seguirono album sempre di grande pregio, anche se nei primi anni ’80 patì le scelte del music business.

Dopo qualche anno di silenzio, Harrison irruppe nel 1987 con album fantastico intitolato “Cloud Nine”. trascinato dal singolo “Got My Mind Set on You”.

L’ anno successivo entrò nel supergruppo dei Traveling Wilburys, assieme agli amici Bob Dylan, Tom Petty, Jeff Lynne e Roy Orbison (che purtroppo morì poco dopo l’ uscita del primo album).

Tutto sembrava procedere alla perfezione, fino a quando George dovette sospendere le attività per un tumore alla gola da cui guarì ed un’aggressione nel 1999 da un pazzo che lo pugnalò al torace.

Nel 2001 purtroppo il musicista fu colpito da un tumore al cervello, andò in Svizzera per curarsi e passò gli ultimi giorni di vita nella casa di Ringo Starr a Los Angeles, dove morì.

Il suo funerale fu eseguito secondo la religione induista, con la cremazione e lo spargimento delle ceneri sul fiume Gange.

Is Not For You è un brano di Bob Dylan, pubblicata nell’album “New Morning” del 1970. (Fonte Wikipedia)

George Harrison reinterpretò la canzone di Dylan nel suo album All Things Must Pass.

Testo : Is Not For You

If not for you
Babe, I couldn’t even find the door
I couldn’t even see the floor
I’d be sad and blue, if not for you

If not for you
Babe, the night would see me wide awake
The day would surely have to break
It would not be new, if not for you

If not for you, my sky would fall
Rain would gather, too
Without your love I’d be nowhere at all
I’d be lost, if not for you

If not for you
The winter would hold no spring
Couldn’t hear a robin sing
I just wouldn’t have a clue, if not for you

If not for you, my sky would fall
Rain would gather, too
Without your love I’d be nowhere at all
I’d be lost, if not for you

If not for you
The winter would hold no spring
Couldn’t hear a robin sing
I just wouldn’t have a clue, if not for you

If not for you

Video Youtube : George Harrison – Is Not For You

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli:

Tormento e Tiromancino – Per quel che ne so, con testo e video

Auguri a Jimi Hendrix – Hear My Train a Comin’, testo e video

Precedente Sondaggio Istituto Ixé Fratelli d'Italia a due cifre e Sardine Successivo Bolletta ‘Hot’ da 20mila sterline

Lascia un commento