Crea sito

Il Governo in soccorso della Corona Britannica a spese dei sudditi

Il Governo in soccorso della Corona Britannica a spese dei sudditi

Il Governo in soccorso della Corona Britannica a spese dei sudditi. Un soccorso quello ipotizzato dal Governo di Londra che sarà difficile da fare digerire ai sudditi di Sua Maestà. Anche la Monarchia britannica ha subito diverse perdite a causa della pandemia da Covid19 come del resto molte aziende e famiglie britanniche.

Il calo dei turisti nel Regno Unito ha significato un calo delle visite ai Palazzi Reali e quindi nelle casse della Corona. Basta prendere come esempio la residenza reale più famosa e più visitata dai turisti: Buckingham Palace. Rimasta chiusa per tutto il periodo estivo. Periodo di massimo afflusso dei turisti. Ogni anno, lo Stato trattiene il 75% degli introiti mentre il restante 25% finisce nelle casse reali. Ma quest’anno non sarà così.

LEGGI ANCHE >>> REGNO UNITO, JOHNSON GELA IL PARLAMENTO: “PIÙ CASI COVID19 PERCHÉ AMIAMO LE LIBERTÀ”

Il Governo ha deciso, infatti, di saldare la stessa cifra dell’anno scorso con buona pace dei contribuenti britannici. L’Associazione ‘Tax Justice Network’ al Daily Mail ha dichiarato che “Bail out reale verrà difficilmente accettato dalle persone che amano la Regina ma hanno perso il posto di lavoro o l’azienda durante la pandemia”. I sostenitori della Corona Britannica affermano però che il 25% degli introiti dei Palazzi reali non vengono utilizzati per le spese ‘private’ della Royal Family ma per fare fronte alle spese di manutenzione delle varie proprietà reali.

LEGGI ANCHE >>> FRATELLI D’ITALIA ALL’ATTACCO DEL GPA: DEVE DIVENTARE REATO UNIVERSALE