Crea sito

In arrivo il nuovo Dpcm: quali misure?

In arrivo il nuovo Dpcm: quali misure?

In arrivo il nuovo Dpcm: quali misure? Oggi alle 15:30, il Governo si riunirà con i Presidenti delle regioni per dare le ultime limature al nuovo Dpcm con le misure di contrasto al Covid19. La firma potrebbe arrivare oggi stesso o al più tardi domani mattina ma quali misure potrebbero essere adottate? In questi giorni molte le supposizioni in merito però di una cosa si è certi, l’Italia sarà divisa in tre parti in base all’emergenza. Si tratterà di un ‘semaforo’: Rosso per le zone ad alto rischio, Arancione per le zone con un rischio medio e Verde per le zone a basso rischio Covid19. Questo nuovo decreto resterà in vigore fino al 4 dicembre prossimo.

Leggi anche >>> Il mandorlino: liquore di mandorle

L’Italia come riferito dallo stesso Premier Contesarà suddiviso in tre aree in base agli scenari di rischio che tengono conto delle valutazioni di Iss e Consiglio superiore di sanità, basate su 21 parametri (tra i quali il numero dei casi sintomatici, i ricoveri, i casi nelle Rsa, la percentuale di tamponi positivi, il tempo medio tra sintomi e diagnosi, il numero di nuovi focolai, l’occupazione dei posti letto sulla base dell’effettiva disponibilità). Si tratta di un sistema, quindi, molto articolato”.

Leggi anche >>> Sondaggio TGLA7: Tengono Lega e PD, in flessione FdI e 5Stelle

Zona Rossa: Lombardia, Piemonte e Calabria e forse anche Alto Adige e Valle d’Aosta. In queste ragioni sarà applicato un lockdown più leggero di quello di marzo. Aperte le industrie e le scuole fino alla prima media mentre per tutti gli altri le lezioni ‘Dad’ (didattica a distanza). Serrata per tutti gli esercizi commerciali e questa volta rientreranno anche i centri estetici e parrucchieri. Resteranno aperti solo i servizi essenziali come supermercati e farmacie.

Zona Arancione: Puglia, Liguria, Campania e (forse) il Veneto. In questo caso resteranno in vigore le regole generali ma serrata dei ristoranti ma non per i centri estetici e parrucchieri.

Zona Verde: Qui ricadono tutte le altre regioni con regole meno rigide ma più restrittive rispetto al precedente Dpcm (24 ottobre). Niente shopping nei centri commerciali nei week end e prefestivi, dimezzata la capienza nei mezzi di trasporto. Chiusi anche i musei.

E per tutto il territorio nazionale sarà previsto il coprifuoco alle 21 o per le 22.

Leggi anche >>> Il Venezuela pronto al matrimonio egualitario