Crea sito

Cadono le Stelle M5S a pezzi.

Cadono le Stelle M5S a pezzi.

Cadono le Stelle. M5S a pezzi.

Cadono le Stelle M5S a pezzi. Non c’è pace per il Movimento Cinque Stelle che ha distanza di anni dalla sua consacrazione, si ritrova ad affrontare una grave crisi di consensi e di addii (Comprese le espulsioni).

L’anno appena terminato ha visto due pesanti uscite dal Movimento Cinque Stelle. Fioramonti e Paragone.

Lorenzo Fioramonti si è da prima dimesso dalla carica di Ministro dell’Istruzione in contrasto con le poche risorse destinate dalla Legge di Bilancio per il suo Ministero e poi qualche giorno dopo, la decisione di abbandonare il Movimento Cinque Stelle.

Caso differente per Gianluigi Paragone. Il Senatore è stato espulso qualche giorno prima di Capodanno per diverse violazioni, una tra tutte il voto contrario alla Legge di Bilancio. Voto in netto contrasto con le direttive del Gruppo Parlamentare. Paragone ha dichiarato che darà battaglia in tutte le sedi per ribaltare il verdetto di espulsione.

E con il nuovo anno, altri due addii al Movimento Cinque Stelle. Si tratta dei deputati Nunzio Angiola e Gianluca Rospi.

Entrambi passeranno al Gruppo Misto.

Come avevo ripetutamente preannunciato, per una serie di meditate e rilevanti ragioni ho dato il mio voto di fiducia al Governo di Giuseppe Conte, ma non ho votato la Legge di Bilancioha dichiarato Nunzio Angiola. E inoltre: “Ho manifestato vivo disappunto per la compressione delle prerogative parlamentari e per l’approvazione di provvedimenti che, nella mia qualità di professore ordinario nell’Università, non potevo assolutamente accettare. Oggi ho deciso, con grande rammarico, di abbandonare il M5S. È evidente che il mio dissenso non deriva da un mio personale cambiamento di opinioni, ma dalla presa d’atto che, chi più chi meno, i vertici del Movimento hanno preferito trincerarsi in una chiusura pregiudiziale nelle proprie granitiche convinzioni”.

Simili le motivazioni per Gianluca Rospi. “In queste festività ho riflettuto tanto e, per svariate ragioni, in primis il non condividere la Manovra di Bilancio approvata di recente e la mancanza di collegialità nelle decisioni all’interno del gruppo, ho maturato l’idea di lasciare, con grande rammarico, il MoVimento 5 Stelle” spiega. E non manca l’accusa di poca collegialità all’interno del Movimento Cinque Stelle. “Manovra di Bilancio a parte, non è più tollerabile una gestione verticistica e oligarchica del Gruppo parlamentare con il risultato che ristrette minoranze decidono per la maggioranza; il M5S non vuole più dialogare, con la base che si limita a veicolare le scelte prese dall’alto senza più essere portatrice di proposte”.

L’inizio della fine per il Movimento Cinque Stelle?

E queste potrebbero non essere gli ultimi addii dell’anno, infatti, la stretta di Luigi DI Maio sui parlamentari in ritardo con la restituzione di una parte del proprio stipendio da parlamentare, oltre ai malumori causati dalle troppe decisioni piovute dall’alto.

RISCATTI by A.J.Reed
Trama: Amore e Odio. Vita e Morte. Omosessualità e Omofobia. Queste le parole chiavi del romanzo di “RISCATTI”. Stati Uniti d’America. Il fanatismo razziale di un’associazione statunitense sconvolgerà le vite di un gruppo di amici portandoli a confrontarsi con il loro lato oscuro. Un fanatismo che condurrà un padre a desiderare la morte del suo stesso figlio, ritenuto “contro natura”. L’amore di due giovani ragazzi, spezzato dall’omofobia, riuscirà nella sua tragedia a riscattare uno dei loro aguzzini.

Per acquistare libro Riscatti

Per acquistare E-Book Riscatti 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

UA-84773006-1