Portogallo Trekking d’autore Rota Vicentina sulla costa portoghese

Portogallo Trekking d’autore Rota Vicentina sulla costa portoghese

Alcune informazioni sulla Rota Vicentina, tratte da Wikipedia: ‘Il Cammino Portoghese è uno tra i percorsi che compongono il Cammino di Santiago di Compostela. Lungo circa 630 km, inizia a Lisbona, per raggiungere Santiago di Compostela, in Spagna, dopo aver attraversato Santarém, Coimbra, Porto e Pontevedra. L’ingresso in Spagna avviene a Tui, in Galizia, dove si giunge dopo aver lasciato Valença, ultima città del Portogallo, ed attraversato il fiume Miño. Il cammino attraversa Pontevedra, la capitale del Cammino Portoghese in Spagna, dove si trova la Chiesa della Madonna Pellegrina, che protegge i pellegrini quando passano per Pontevedra.

Per chi ama il trekking d’autore,  la libertà assoluta nel proprio tempo libero, nelle vacanze, è consigliabile un cammino altrettanto emozionante da fare (come può essere la via Francigena), la Rota Vicentina, il cammino più bello del Portogallo. La crescita della regione lusitana come meta di vacanza e esplorazione porta i viaggiatori a uscire dai territori già battuti dell’Algarve e a scoprire altre regioni che possiamo definireparadisi dell’outdoor’. Come l’Alentejo, la vasta area che va dalla penisola di Comporta (appena sotto Lisbona) fino a Cabo de Sao Vicente, la punta più a sud-ovest d’Europa. In bici o a piedi, percorrere questi sentieri ben battuti e segnalati è un’esperienza davvero divertente, varia, profonda e liberatoria.

Dal sito Sportoutdoor consigliamo due itinerari da intraprendere:

Portogallo Trekking d’autore Rota Vicentina sulla costa portoghese

Sono due le vie della Rota Vicentina, una lungo la costa e una che attraversa l’interno dell’Alentejo. La prima, il Trilho dos Pescadores (conosciuta fra gli hiker anche come Fishermen’s Trail), parte da porto Covo e arriva a Odeceixe dopo 120 chilometri. Ti immerge nelle suggestioni dell’oceano, delle scogliere frastagliate e infinite e nei villaggi dei pescatori portoghesi, che sembrano fermi nel tempo.

La seconda, il Camino Historico,  è la più lunga, 241 chilometri da Santiago do Cacem a Cabo de Sao Vicente: è detta anche Historical Way perchè attraversa il cuore della cultura rurale portoghese, toccando cittadine storiche, incrociando le terre del vino alentejano e arrivando ogni tanto anche sulla costa
In realtà la Rota è un network di sentieri ancora più intricato, perché a partire dei due percorsi principali di diramano altri itinerari circolari. Percorrendoli tutti si arriva a un totale di 450 chilometri.

Il percorso più lungo può essere fato a piedi o in bicicletta e prevede 12 tappe che passano attraverso boschi, villaggi, valli e colline, campagna e cittadine storiche. Sono le zone meno conosciute del paese, un mondo fatto di antiche tradizioni, panorami larghissimi, silenzi e incontri curiosi con la genuina popolazione portoghese: un mondo che può ricordare quello dell’Italia di 70 anni fa. Dal 2016 la via storica è stata certificata dalla Era (European Ramblers Association) come Leading Quality Trails – Best of Europe, cioè come a dire che è stata inserita nel novero dei trail più belli del Vecchio Continente. (Fonte: Sportoutdoor)

Fonte: Wikipedia-Sportoutdoor

Precedente Diodato - Essere semplice, con testo e video Successivo Bibite rinfrescanti Estive alla Lavanda all'Ortica al Cerfoglio dei boschi